Articoli

Ministero innovazione tecnologica

Sabanet entra nella coalizione della Repubblica Digitale del Ministero dell’Innovazione Tecnologica

Ministero Innovazione Tecnologica: il ruolo di Sabanet

L’innovazione digitale passa dalla città dei due mari, precisamente dall’ex Masseria Quaranta dove ha sede Sabanet, la nostra azienda di sviluppo software, consulenza, System e Business Integration, che da oltre 20 anni è tra le imprese più attive sia in Puglia che nel territorio nazionale nel campo dell’innovazione tecnologica.

A ottobre 2019 abbiamo fondato, con il patrocinio del Comune di Taranto e la sponsorship Università italiane, la SabAcademy per formare figure relative alle nuove professioni digitali: Project Manager, Software Developer (come nell’attuale edizione 2020-2021).

Con questa iniziativa di riconversione, la nostra software house ha conquistato un posto importante nella coalizione di Repubblica Digitale del MITD, Ministero Innovazione Tecnologica e Transizione Digitale, accanto a partner del calibro di Microsoft, Vodafone, IBM, Oracle, Google, solo per citarne alcuni. Continua a leggere

Sabanet lancia a Taranto la SabAcademy: accademia nel settore delle alte tecnologie

La decisione di lanciare a Taranto la Sabacademy

Ci abbiamo pensato un po’ prima di lanciare un progetto nuovo nel Network. Ci abbiamo pensato perché in un momento storico in cui tutto pare cristallizzato in una bolla di timori e incertezze, l’ultima cosa da fare, probabilmente, sarebbe quella di imbattersi in avventure dall’esito incerto.

Eppure, al tempo stesso, siamo profondamente convinti che proprio dai momenti bui nascano le migliori opportunità e che le persone rappresentino ancora il maggiore asset imprenditoriale.

Ora, più che mai, è necessario lanciare un segnale forte e positivo. Già, positivo; perché, se c’è qualcosa che rivendichiamo è un po’ di sano ottimismo, se non altro nella scelta del tipo di comunicazione da praticare. Questo non significa fingere che non ci sia un problema o minimizzare, né tantomeno deresponsabilizzare; questo significa, piuttosto, riflettere lucidamente, con un pizzico di fiducia in più.

Taranto la SabAcademy

Perché abbiamo dato vita alla SabAcademy?

Per questo (e per tanti altri motivi) abbiamo deciso di inaugurare a Taranto la SabAcademy ad opera di Sabanet – tra le aziende aderenti al nostro Network. E lo abbiamo fatto per 3 motivi:

  1. fare recruitment, perché stiamo cercando programmatori e vogliamo investire nelle risorse del territorio per poi – in caso di valutazione positiva dei candidati – assumerle.
  2. lasciare un segno qui, nella nostra città, la città dei due mari, sulla quale – più di 20 anni fa – abbiamo voluto scommettere dimostrando che sulle rive dello Jonio si può parlare di innovazione e di alte tecnologie.
  3. diventare, un domani, l’hub tecnologico di riferimento di Taranto e della Puglia, mettendo a disposizione dei giovani e delle aziende il nostro know-how e le nostre competenze.

In questo percorso – che vede al timone Antonio Lorè, responsabile di progetto, docente e software engineer, e Andrea Sestino, coordinatore didattico, non siamo soli; il Comune di Taranto, nella persona di Fabrizio Manzulli, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Marketing ha deciso di supportarci, così come A.I.R.I. (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale).

Il corso, totalmente gratuito, avrà inizio lunedì 16 novembre e avrà una durata di 240 ore: 120 ore di lezione e 120 di affiancamento in azienda. Le lezioni si terranno in modalità online attraverso la piattaforma di e-learning Microsoft Teams. Ai candidati sarà fornito il link d’accesso al team, il materiale didattico e l’attestato finale di frequenza.

Cosa tratta la SabAcademy?

Il programma sarà così suddiviso:

Modulo 1 – Introduzione al Corso e Fondamenti base di Informatica e programmazione

Modulo 2 – Fondamenti di programmazione in Java

Modulo 3 – HTML/CSS3

Modulo 4 – Programmazione in ANGULAR

Come si partecipa alla SabAcademy?

Per partecipare alla SabAcademy, è necessario inviare all’indirizzo [email protected] il Curriculum e una lettera di presentazione. I candidati che saranno selezionati, dovranno sostenere un colloquio conoscitivo che mira a testare il livello di preparazione e la personalità.

Restiamo in contatto

Contattaci dal nostro form sul sito web e seguici anche sui nostri canali: Facebook LinkedIn Instagram YouTube

SabAcademy | Formare e assumere figure nel settore ICT a Taranto

Settore ICT: Formare e assumere

Sabanet, azienda aderente al Network di aziende con competenze trasversali e professionisti che operano nel settore ICT – lancia la SabAcademy con la partnership di Sabacom Engineering (spin-off di Sabanet per il settore Ricerca&Sviluppo).

L’iniziativa gode del Patrocinio del Comune di Taranto e di AIRI (Associazione Italiana per la Ricerca Industriale).

Lo scopo è quello di formare gratuitamente giovani appassionati di programmazione e tecnologia per poi inserirli in organico.

Dove? Proprio a Taranto, sulle rive dello Jonio, dove è forte e inequivocabile il desiderio di investire e partecipare attivamente a quel processo di riconversione di cui parliamo ormai da anni.

Il valore aggiunto di questa Academy è senza ombra di dubbio il profilo professionale dei docenti che, oltre a vantare conoscenze elevate, contano competenze comprovate che metteranno a disposizione degli studenti.

settore ICT SabAcademy

Settore ICT SabAcademy: Gestione del corso

Le lezioni si terranno online attraverso la piattaforma di e-learning Microsoft Teams e inizieranno a metà novembre. Il corso avrà una durata di 240 ore:

  • 120 ore di lezione
  • 120 di affiancamento in azienda.

Ai candidati sarà fornito il link d’accesso alla piattaforma ed il materiale didattico del corso, al termine del quale sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Nel frattempo, stiamo raccogliendo l’interesse di chi ha voglia non solo di mettersi in gioco, di imparare e sviluppare conoscenze nuove (o di arricchire le proprie), ma anche di far parte di una realtà che conta quasi 80 dipendenti e 3 sedi (oltre a quella di Taranto, anche una a Roma e una a Milano).

Settore ICT SabAcademy: Come partecipare

La presentazione ufficiale del progetto avverrà prossimamente (sveleremo presto dove e quando), nel frattempo se volete candidarvi per partecipare all’Academy è necessario inviare all’indirizzo [email protected] il Curriculum e una lettera di presentazione.

I candidati che saranno selezionati, dovranno sostenere un colloquio conoscitivo che mira a testare il livello di preparazione e la personalità di ciascuno. Già, perché al di là delle skills, vorremmo che le persone che si affacciano su Sabanet abbiano la grinta e il mindset giusti per affrontare il periodo di profondo cambiamento che stiamo vivendo.

Si tratta esattamente di questo: essere consapevoli del valore che possiamo scambiare, specie all’interno di un’azienda che negli ultimi anni è cresciuta esponenzialmente e che compete sul mercato nazionale.

Restiamo in contatto

Seguici sui tutti i nostri canali: Facebook, Instagram, LinkedIn, YouTube.

 

Chi ha detto che a Taranto non c’è lavoro? La Sabanet Academy cerca talenti da formare!

Sfatiamo un luogo comune: scappare da Taranto per trovare lavoro. Chi come noi sulle rive dello Jonio ha seminato la speranza di costruire una realtà solida, che diventasse punto di riferimento dei talenti tarantini, sa quanto possa essere gratificante raccogliere i frutti di un’aspirazione che ha preso forma.

Eppure 20 anni fa, quando tutto intorno pareva darci torto, abbiamo deciso di investire sulla nostra terra e provare a realizzare un sogno. Abbiamo scelto un contesto inusuale – una masseria nel bel mezzo della città – per consentire alla creatività di viaggiare su due binari: quello tecnologico da un lato, quello naturale dall’altro. Lavorare a contatto con la natura è diventata ben presto la condizione necessaria per sentirsi fuori da un mondo che, a ben guardare, ci stava stretto.

 

Oggi Sabanet conta oltre 50 giovani lavoratori, 3 sedi (quella principale di Taranto, quella di Roma e Milano) e più di 120 progetti collezionati. La nostra è una storia fatta di ambizioni e convinzioni: una su tutte quella secondo cui Taranto ha un assoluto bisogno di gente che resti, che abbia in animo il desiderio di scommettere su quell’immagine di felicità semplice. Una felicità che non ti costringa a rinunciare a qualcosa o a fuggire.

 

 

Tuttavia, l’idea di restarcene chiusi nel nostro angolo di universo non ci sfiora affatto ed è per questo che siamo alla ricerca di nuovi talenti da formare per popolare la Sabanet Academy.

Di cosa si occupa Sabanet?

A questo punto, è doveroso spiegare cosa fa Sabanet: si tratta di un network di imprese che aiuta le aziende a trovare soluzioni personalizzate e su misura. Non a caso il nostro motto è: WORK FOR SOLUTION!

  • SYSTEM INTEGRATION: integriamo software per la gestione real-time di aree vaste nei settori Vigilanza – Sanità – Impiantistica attraverso il nostro prodotto di punta EasyPlan Web della Suite EasyPlan. Offriamo ai nostri clienti un bagaglio di competenze tecniche e gestionali a favore di progetti di integrazione in ambito IT affrontati grazie alla partecipazione di un team interdisciplinare costantemente aggiornato sugli ultimi sviluppi tecnologici e in grado di fornire soluzioni funzionali e orientate al futuro.
  • ATTIVITÀ DI CONSULENZA – Proponiamo alle aziende soluzioni personalizzate.
  • PROJECT MANAGEMENT – I nostri project manager gestiscono i progetti in tutte le loro fasi, perseguendo la realizzazione degli obiettivi grazie alle loro attitudini, conoscenze, competenze e strumenti, rispettando i vincoli stabiliti dal cliente.
  • BPM (Business Project Management) – Attraverso il business process management sono definite, ottimizzate e integrate le attività necessarie a rendere efficaci i processi aziendali. Studiando i dati del cliente e la sua storia si gestiscono i processi in modo consapevole per potenziare il business dell’azienda.
  • SUPPORTO ALLE GARE – Il nostro network svolge attività di supporto per la scrittura di progetti relativi alle gare d’appalto. Si tratta di un’attività fondamentale, la redazione di una proposta di gara d’appalto efficace, infatti, è fondamentale per raggiungere l’assegnazione dei progetti.
  • BUSINESS INTELLIGENCE – È possibile comprendere le cause dei problemi o delle migliori performance, offrendo così un sistema di supporto alle decisioni. Il processo si articola in 3 fasi: raccolta dei dati, rilevazione degli indicatori di performance, interpretazione della situazione aziendale attraverso i dati.
  • PROGETTI DI RICERCA – Ci occupiamo di progetti di ricerca speciali (Servizi e Sanità) e conto terzi (Industria). Siamo convinti che ampliare la conoscenza sia il primo vero passo verso l’innovazione, oltre a consentirci di conoscere nuovi partner per ampliare il nostro business.

Quali figure stiamo cercando?

Attualmente, siamo alla ricerca di Project Manager, Consulenti, Jr Software Developer.

Restiamo in contatto

Che dici, proviamo a conoscerci? Restiamo in contatto attraverso la nostra pagina Facebook, se preferisci Instagram siamo anche lì e poi – immancabile per il nostro business – la pagina Linkedin.

Sabanet parla ai giovani universitari tarantini “Emozionatevi e imparate ad empatizzare”

“Emozionatevi e imparate ad empatizzare”, è il monito di Gianfranco Zizzo, CEO di Sabanet che questa mattina, insieme a Valeria Marci, coordinatrice dei consulenti, ha accolto i nuovi tirocinanti. Continua a leggere

L’ingegnere – storia possibile di un dipendente

Volevo partire. Dopo il 110 e lode, la commozione dei genitori, la festa con gli amici, la sbronza, una voce nella mia testa urlava: “Scappa. Che cosa resti a fare se non puoi crescere?”

Il mare, il calore della gente, i “miei” posti, il bagno già ad aprile mentre gli amici di Milano mandavano le foto di cieli grigi. Non mi bastava. Avevo passato anni a studiare, avevo raggiunto i risultati migliori e speravo di ottenere un posto di lavoro in linea con le mie aspettative. Mio nonno ogni volta che mi vedeva diceva con orgoglio: “Il nostro ingegnere”, io sorridevo, tornavo a casa e inviavo cv in altre città, lontano dalla mediocrità, vicino agli stimoli.

Poi è arrivata la risposta, la data del colloquio, la valigia e un volo Ryanair. Roma. Poi Milano. Poi Torino. Ero richiesto, “Gli ingegneri vanno via come il pane” ripeteva mio nonno, ed effettivamente anche se non mi sentivo una rosetta diverse aziende mi avevano contattato. Ho lavorato per qualche mese in una ditta milanese, non avevo motivi per lamentarmi.

Nelle vacanze di Pasqua sono tornato a Taranto, “in tempo per la Settimana Santa” ha ricordato mio nonno, ma io le processioni le ho sempre seguite solo da lontano. Lui, invece, dal suo vecchio televisore eternamente sintonizzato sul canale locale. “Come va a lavoro?” mi chiedevano “Non posso lamentarmi” rispondevo. E in quei giorni di vacanza ho rivisto il mare, il calore della gente, i “miei” posti. Eppure anche il “non posso lamentarmi” non mi bastava.

 

Cercasi giovani talenti per un’Academy di informatica”, l’articolo sul quotidiano richiamò la mia attenzione mentre sorseggiavo un caffè svogliato. Formazione gratuita e posti di lavoro per i più meritevoli. A Taranto. Il mare, il calore della gente, i “miei” posti, non mi bastavano ma un po’ mi mancavano. Non avevo l’età per i rimpianti, forse non arriverà mai per me, così decisi di presentarmi all’open day in azienda. Una parentesi dalla mia nuova vita romana per provare ad esplorare un’opportunità nella mia città. Sabanet ha aperto il suo cancello e io sono entrato in una masseria circondata dal verde.

l'ingegnere

Così vicino alla città e così fuori dal mondo, potevo sentire i rumori della natura, intervallati dalle voci di quaranta giovani lavoratori. Un open space per comunicare e scambiarsi informazioni e conoscenze. Tecnologia e terra, efficienza e sintonia, connubi che per una volta nella mia vita di adulto non mi chiedevano di scegliere a quale parte di felicità rinunciare.

“A volte la serenità è molto più vicina di quello che pensi, voi giovani avete il brutto vizio di guardare solo lontano, magari lontano è proprio accanto a te”. E quella volta il nonno aveva ragione, lo penso ogni giorno mentre esco da quel cancello verde dopo aver timbrato il mio cartellino da uomo libero.