Piattaforma di Unified Communication and Collaboration: perché la tua azienda ne ha bisogno?

Quando abbiamo incontrato Wildix, durante il primo lockdown, non avremmo mai pensato che, la nostra, potesse diventare una partnership strategica. Eppure, se c’è una cosa che la pandemia e lo smart working ci hanno insegnato è che se un’azienda decide di adottare un’ottima piattaforma di Unified Communication & Collaboration (UC&C), può davvero aumentare la produttività del team e soprattutto il valore del suo business.

In termini più comuni, la piattaforma di UC&C di Wildix è la soluzione che ci permette di integrare prima di tutto le persone (il Network al quale Sabanet appartiene conta quasi 80 persone dislocate tra Taranto, Roma, Milano e Durazzo) e di rafforzare il rapporto con i clienti.

Il valore aggiunto della collaborazione, tuttavia, sta nelle integrazioni, attivate grazie al nostro partner Openapkin, azienda che aderisce al Network e che si occupa di sistemi IT e Cybersecurity.

I fattori che ci hanno fatto scegliere Wildix

I fattori che ci hanno fatto scegliere Wildix hanno duplice natura: da un lato tecnologica, dall’altro umana.

IL FATTORE TECNOLOGICO – Wildix è una piattaforma cloud, completamente web-based e integrabile e ci ha consentito di semplificare notevolmente le modalità operative, in maniera rapida. D’altronde, tutti i prodotti Sabanet sono orientati da anni al mondo dei servizi web, quindi quale punto di contatto migliore? Avere un sistema che rapidamente ci ha consentito di trovare un nuovo modello organizzativo e di metterlo in atto, così come anche di condividerlo con molti nostri clienti, è stato certamente un fattore determinante. Il servizio di SaaS si sposa perfettamente con le logiche di vendita da tempo utilizzate da Sabanet nella proposizione dei propri prodotti

IL FATTORE UMANO – Infine, aspetto non meno importante, il fattore umano è stato determinante, poiché abbiamo riscontrato nell’organizzazione di Wildix una vision comune, così come una comunanza di intenti. Già, perché le persone rappresentano – come abbiamo sempre affermato – il principale asset imprenditoriale.

Le integrazioni

Premettiamo che Wildix consente di:

    • integrare velocemente in un’unica piattaforma soluzioni di webmeeting,
    • di poter organizzare rapidamente videoconference coinvolgendo sia personale interno che esterno,
    • di poter essere contattati direttamente dal proprio website o mail attraverso il Kite, che diventa così un potente strumento di Marketing.

In che modo Sabanet è riuscita ad avviare le integrazioni di cui parlavamo prima?

L’esempio di EasyPlan Tech

Un primo esempio proviene dal settore della vigilanza privata, poiché un nostro cliente ha espresso l’esigenza di interfacciare Wildix con il nostro software di supporto alla centrale operativa (EasyplanTech). Gli operatori di centrale ricevono costantemente segnalazioni di allarme o malfunzionamenti, con una percentuale molto elevata di falsi positivi. Tuttavia,  procedure standard prevedono che queste segnalazioni vengano verificate contattando i recapiti a disposizione.

Farlo nel modo più rapido e semplice possibile consente maggior efficienza da parte degli Operatori di Centrale, cosa che si traduce anche in maggior sicurezza per il Cliente finale.

L’esempio di EasyPlan Care

Un secondo esempio di integrazione sicuramente di rilievo è quella sviluppata nell’ambito delle Residenze per Anziani con il prodotto EasyPlan Care. In questo caso ci è stato sottoposto un problema di carattere pratico: la difficoltà di mettere in contatto gli assistiti con i parenti a seguito delle limitazioni imposte dalla pandemia. Come siamo intervenuti? Implementando per il personale delle RSA un sistema che consentisse la schedulazione di videoconferenze e la gestione delle stesse con Wildix in maniera integrata con il gestionale EPCare.

Se sei curioso di saperne di più e vuoi migliorare la comunicazione della tua azienda, contattaci!

 

Compila il form!

1 + 2 = ?

Sabanet è partner della I edizione dell’evento TAWAVE: sostenibilità digitale e società data driven

I Edizione del TAWAVE

Siamo sempre stati attenti, in Sabanet, ai temi legati all’innovazione e alla trasformazione digitale. Sopra ogni cosa, siamo sempre stati attenti alle persone. Già, perché le persone dimostrano capacità straordinarie quando condividono la loro luce e l’energia che guida le loro azioni.

Per questo motivo abbiamo deciso di diventare Main Partner della I Edizione di TAWAVE: sostenibilità digitale e società data driven, evento che si terrà a Taranto il 25 Settembre 2021 presso Salina Hotel, dalle ore 15:00 alle ore 20:30.

L’evento TAWAVE è organizzato e promosso dall’Associazione surfHers, gode del Patrocinio del Comune di Taranto e del Patrocinio dell’Università degli Studio di Bari Aldo Moro. 

Lo sosteniamo perché siamo convinti che farà bene alle persone, per l’appunto, e perché porterà valore.

 

Chi è l’Associazione surfHers?

L’Associazione surfHers nasce da 5 donne, giovani professioniste appassionate nel settore digitale che conosciamo molto bene poiché lavorano in Sabanet e per Sabanet e che, c0n la loro energia, ci hanno letteralmente trascinato in questa avventura.

Le surfHers sono:

  • Alessia Demarco, Digital Strategist, Consulente e Formatore
  • Mariagrazia Efato, Data Analyst e Controllo di Gestione
  • Valeria Merlo, Software Production Manager
  • Stefania Ressa, Marketing & Communication Manager
  • Carlotta Spalluto, Junior Marketer

Il gruppo è arricchito inoltre da Stefania Altamore, la nostra grafica – che sta curando tutta la comunicazione visual dell’evento – e da Cindy Pedone, illustratrice.

Come partecipare all’evento TAWAVE?

La partecipazione all’evento TAWAVE è gratuita, con obbligo di registrazione all’indirizzo email: eventotawave@gmail.com comunicando NOME, COGNOME E NUMERO DI TELEFONO.

Accesso contingentato: Green Pass o Tampone

Per partecipare all’evento TAWAVE, secondo le direttive poste dal Governo è necessario mostrare all’ingresso:

  • Green Pass valido;
  • in assenza di Green Pass, si richiede documentazione di avvenuto tampone antigenico negativo effettuato entro le 24h prima dell’evento

Segui TAWAVE su Facebook e segui la pagina Facebook di Sabanet dove pubblicheremo tutte le info.

Sabanet, software house con sede a Taranto, Roma e Milano, sta assumendo!

Senza girarci troppo intorno, Sabanet sta assumendo!

Sta assumendo per le sedi di Taranto, Roma e Milano.

Prima di lanciarti sulla tastiera del pc per compilare il curriculum da inviare, è bene che tu sappia alcune cose di Sabanet (immaginiamo che tu non vorresti mai lavorare per un’azienda di cui sai ben poco).

Pertanto, ti facilitiamo il compito. Inizia a prendere appunti.

Sabanet è una software house e aderisce ad un network composto da altre aziende che si occupano di consulenza, Business Integration, Business Intelligence, attività sistemistica.

Quello che facciamo è aiutare le aziende nella loro trasformazione digitale migliorando – attraverso le soluzioni che proponiamo – i processi e il lavoro del team.

Veniamo a noi, ora!

A Taranto abbiamo sviluppato il nostro business all’interno di una masseria meravigliosa (a cui abbiamo dedicato, sul nostro sito, un’intera sezione). Lavoriamo a contatto con la natura, siamo quasi 80 persone e adoriamo trascorrere le pause all’ombra dei pini che svettano orgogliosi nella pineta.

Roma e Milano ospitano le altre 2 sedi, dove dimorano alcuni dei nostri consulenti.

Le figure che stiamo cercando sono:

  • Consulente Applicativo Zucchetti Paghe Web (Sede di lavoro: Taranto)
  • Project Manager Junior (Sede di lavoro: Taranto – Roma – Milano)
  • Project Manager Senior (Sede di lavoro: Taranto – Roma – Milano)
  • Consulente Applicativo HR (Sede di lavoro: Taranto – Roma – Milano)
  • Junior Software Developer (Sede di lavoro: Taranto)

Al di là delle skills (che sono sacrosante), quello che cerchiamo nelle persone che incontriamo è l’energia. Già, perché l’energia è la benzina che ci consente di raggiungere i nostri obiettivi.

Sabanet è quanto di più lontano esista dall’ordinario, per cui prima di inviarci il curriculum fatti questa domanda: “Quale valore potrei apportare ad un’azienda come Sabanet?”

COMPILA IL FORM E CANDIDATI!

Buona fortuna!

 

 

Torna il SabaParty dopo 2 anni!

Sono trascorsi 2 anni dall’ultimo SabaParty, la festa aziendale organizzata prima delle ferie da Sabanet.

La pandemia ci ha costretto ad abdicare a grigliate, spritz freschi e sangria. Quest’anno, però, dopo qualche perplessità iniziale abbiamo deciso di riprendere la tradizione nel totale rispetto delle normative vigenti.

Allestimento masseria

È accaduto così che il 24 luglio ci siamo ritrovati a condividere di nuovo l’emozione del nostro storico party, organizzato in soli 2 giorni da Valeria Marci (responsabile aziendale e del team Consulenti) che ha dimostrato doti straordinarie degne del più navigato event planner.

Allestimento masseria

Valeria, con la collaborazione di Viorel e Marina (che abbiamo ribattezzato “angeli custodi della masseria”), ha allestito lo spazio esterno. Nonostante i tempi ristretti, nulla è stato lasciato al caso: dalla mise en place ai fiori e le candele.

Spritz Man

Come vuole la tradizione, il nostro bartender a.k.a Ceo di Sabanet, Gianfranco Zizzo, si è occupato degli immancabili spritz (apprezzatissimi da Riccardo D’Azzeo da Milano, rivelazione di questo party).

Rivelazione SabaParty

C’erano quasi tutti alla festa di Sabanet sabato scorso (con gli assenti ci rifaremo presto, è una promessa); c’era una parte della sede di Milano, una parte della sede di Roma e perfino un pezzo della nuova e recentissima sede albanese.

C’era anche tantissima energia, c’erano i sorrisi e pure il trenino con distanziamento di 1 metro; c’era il desiderio di ritrovarsi, insieme, con le famiglie e i colleghi in una serata che – oggettivamente – ci meritavamo dopo mesi trascorsi in smart working, lontani e senza possibilità di un confronto che, a un certo punto, è diventato necessario.

La brace accesa

Non sono mancati i celeberrimi grigliatori (figure mitologiche che “VOLONTARIAMENTE” ogni anno puntualmente si dedicano alla sacra arte del grigliare).

Insomma, era tutto al posto giusto… tranne quando ci siamo scatenati in balli e salti opinabili di fronte al gruppo musicale “90 gradi band” (qualcuno giura che i vicini si siano messi a ballare sui tavoli, ma questa è un’altra storia).

SabaPeople

Nell’attesa del prossimo party extra-ordinario, buona estate alle SabaPeople!

EasyPlan Gate 2021: una consolle interattiva per gestire aree vaste

EasyPlan Gate: strumento di controllo e di sicurezza real-time

Quando abbiamo iniziato a lavorare su EasyPlan Gate di Sabanet non avremmo immaginato che sarebbe diventato uno strumento gestionale. All’inizio, infatti, era utilizzato soltanto per realizzare report e avere un overview sulle attività svolte dai dipendenti.

Abbiamo chiesto a Michael Tuzzi, software developer, come si è evoluto EasyPlan Gate e perché è diventato lo strumento più utilizzato per il controllo accessi veicolare e di gestione delle risorse e delle aree vaste.

Michael Tuzzi, sviluppatore EasyPlan Gate

Attraverso EasyPlan Gate l’azienda può verificare l’erogazione dei servizi in tempo reale.spiega Michael – Il controllo accessi veicolare dà, all’azienda erogatrice del servizio, la possibilità di essere specifica e leggere correttamente i dati, in quanto ogni passaggio e accesso viene registrato.

EasyPlan Gate tiene traccia di tutto: dei punti di accesso, di chi li effettua, di chi è in macchina, senza lasciare il minimo dubbio sull’erogazione del servizio o l’imprecisione dello stesso. Mi spiego meglio: quando si ricevono telefonate, ad esempio, possono capitare incomprensioni e, di conseguenza, errori. EasyPlan Gate risolve questo problema.”

Il Gate per questo motivo, prevede un funnel obbligatorio da compilare per non perdere nessuna informazione, affinché non ci sia incompletezza dei dati e risulti tutto tracciabile.

 

EasyPlan Gate: cosa puoi fare?

Si tratta di uno strumento di controllo da parte di enti e aziende che hanno bisogno di verificare lo stato di avanzamento dei servizi commissionati a terzi ed è un sistema di sicurezza attivo, poiché rileva e gestisce in tempo reale i problemi di chi opera nella Security & Safety.

Con EasyPlan GATE hai:

  • la visione completa sui problemi da gestire;
  • completo supporto nel processo decisionale;
  • una veloce ed efficace comunicazione tra le reception e la centrale operativa.

EasyPlan Gate

EasyPlan Gate: obiettivo della piattaforma

EasyPlan GATE è un software multi-aziendale prodotto da Sabanet che, attraverso un’unica consolle interattiva, consente di gestire tutte le attività aziendali, anche tra realtà appartenenti allo stesso gruppo.

In particolare permette di:

  • gestire flussi informativi supportando la gestione delle richieste d’intervento;
  • coordinare le attività operative e del personale;
  • monitorare e controllare vaste aree.

EasyPlan Gate diventa, in questo modo, la control room dei clienti, un sistema operativo real-time, specializzato per il supporto di processi in ambito industriale o in business dove sia necessario ottenere una risposta dal sistema in maniera celere, allertare gli operatori sul campo e coordinare l’insieme delle attività pianificate, necessarie e su richiesta.

EasyPlan Gate: le nuove funzionalità

1) Gestione delle risorse

EasyPlan Gate permette la corretta gestione delle risorse, che può percorrere due diverse direzioni:

  1. la pianificazione del servizio da parte dell’azienda fornitrice verso il cliente finale;
  2. la richiesta di erogazione servizio da parte del cliente finale verso l’azienda fornitrice.

Con la pianificazione del servizio l’azienda stabilisce come impiegare le risorse, pianificandone l’attività e, infine, retribuendole.

Con la richiesta di erogazione servizio, il cliente finale richiede all’azienda fornitrice, servizi aggiuntivi non previsti o modifiche a quelli già pianificati. Tale richiesta sarà presa in carico e gestita dall’azienda fornitrice.

2) Controllo accessi veicolare

Con EasyPlan Gate gestisci l’accesso veicolare attraverso i diversi varchi di competenza. In particolare tieni traccia di:

  • anagrafica veicolo (targa, modello, caratteristiche veicolo)
  • anagrafica e numero conducenti
  • orario di accesso e di uscita.

Per quanto il controllo accessi preveda delle autorizzazioni, EasyPlan Gate rileva qualunque anomalia, tenendone traccia.

Infine, i dati raccolti attraverso il cruscotto gestionale possono essere analizzati per arco temporale o area di competenza con lo scopo di fare attività previsionale e migliorare i processi.

Contattaci

Contattaci per avere maggiori informazioni!

5 + 3 = ?

L’importanza della consulenza aziendale: 3 modi per far crescere la tua azienda!

Consulenza aziendale

Non è forse vero che abbiamo a che fare con la consulenza ogni giorno? Pensaci, succede quando chiediamo consiglio al parrucchiere, all’estetista, al commercialista, al medico. Definiamo la consulenza la trasmissione della conoscenza da parte di un professionista nel suo settore di competenza, con l’obiettivo di migliorare e formare le persone.

consulenza aziendale

Consulenza aziendale: quanti tipi di consulenza esistono?

La consulenza è talmente variegata che dare una definizione unica è quasi impossibile. Quello che è certo è che la consulenza è applicabile ad ogni contesto e rappresenta un valore per l’azienda e per i clienti. A questo punto, facciamo un po’ di chiarezza; la consulenza, infatti, può essere:

  • Applicativa
  • Strategica
  • Analitica
  • Finanziaria
  • Informatica
  • Psicologica

La consulenza aziendale è la chiave per la conoscenza!

Fare consulenza per i consulenti Eurisko, azienda partner che aderisce al nostro stesso network, significa avere un impatto sulle persone; significa condividere i valori degli imprenditori che si rivolgono a noi, fornendo loro gli strumenti giusti per essere competitivi. I nostri consulenti sono formatori capaci di far crescere i team dei clienti, capaci di arricchire i processi aziendali attraverso un linguaggio comune, diventato ormai necessario, che è la “digitalizzazione”.

 

Consulenza aziendale: 3 modi per crescere

Prendi appunti! Per ottenere benefici dal servizio di consulenza:

  1. Sii propositivo e orientato all’innovazione. Questo atteggiamento è valido tanto per i consulenti, quanto per chi decide di affidarsi al consulente. Non si tratta di una strada a senso unico!
  2. Diventa una una spugna; assorbi cioè tutte le informazioni utili per migliorare e superare gli ostacoli.
  3. Non smettere mai di formarti. E poi metti in pratica. La formazione senza l’azione ha poca utilità.

La Consulenza aziendale di Eurisko

Arrivati a questo punto, concedici di raccontarti brevemente cosa fanno i consulenti Eurisko, oltre a tutto quello che abbiamo elencato poco fa. La parola d’ordine è “personalizzazione”. Ebbene sì, ciascun consulente (e considera che stiamo parlando di oltre 40 persone, di cui alcuni veri e propri Innovation Manager) è abbinato a un progetto specifico. Merito di tutte quelle competenze trasversali maturate nei seguenti ambiti:

  • Amministrativi
  • Commerciali
  • Gestionali
  • Normativi
  • Operativi
  • Business Intelligence
  • Business Integration
  • Sicurezza informatica

Restiamo in contatto

Contattaci per avere maggiori informazioni su i servizi di consulenza offerti da Eurisko.

Compila il form!

0 + 2 = ?

Software Contabilità e Paghe: 3 motivi per cambiarlo in estate

Software contabilità e paghe aziendale: il momento migliore per scegliere (o cambiare) è proprio l’estate!

Lascia che ti spieghiamo perché, prima di andare in vacanza, ti conviene chiarire le idee sul programma di contabilità da usare a partire da settembre nella tua azienda. Ti diamo 3 buoni motivi!

Software Contabilità: in estate hai più tempo per formarti

Per quanto ci immaginiamo già sotto l’ombrellone e con i piedi piantati nella sabbia, cambiare o decidere di dotarsi di un software di contabilità e paghe prima di ricominciare a lavorare a pieno ritmo a settembre è la decisione migliore che tu possa prendere.

Il primo motivo è che sfrutteresti questi mesi, in cui le attività subiscono un calo fisiologico, per formarti o per formare il team e farti seguire, passo dopo passo, dal consulente (in Sabanet, ad esempio, ogni Project Manager segue un progetto definito).

In questo modo, tra formazione e passaggio al nuovo software di contabilità, il 1° gennaio sei assolutamente a pieno regime.

Software Contabilità: puoi dedicare il giusto tempo alla software selection

Il secondo motivo è che, senza correre, puoi ritagliarti il giusto tempo da dedicare alla cosiddetta software selection. “La fai facile tu!”, penserai. Eppure, ti assicuriamo che molto dipende dal partner che scegli. In Sabanet siamo abituati da anni ad accompagnare i clienti per mano, sia nella fase di selezione del software gestionale più adeguato, sia nella fase di startup del progetto.

Non a caso, il nostro team è composto da sviluppatori e da consulenti, che presidiano le nostre 3 sedi (Taranto, Roma e Milano).

Ah, cosa molto importante: non è vero che i software gestionali di contabilità sono tutti uguali. Ciascuna azienda ha le proprie esigenze e le proprie peculiarità ed è il motivo per il quale siamo fortemente convinti che “cucire soluzioni su misura” dell’azienda, sia il reale valore aggiunto.

CONTATTACI

Software Contabilità: hai il tempo per pensare ad eventuali integrazioni

Tra i software per la contabilità più usati rientra certamente quello di Zucchetti. Quella tra Sabanet e Zucchetti è la storia di una grande integrazione. E quando parliamo di integrazione intendiamo quella tra EasyPlan Web – il nostro software gestionale ERP di punta – e AdHoc Revolution Web, software contabilità di Zucchetti.

SABANET Partner Zucchetti è licenziataria dei software ERP AdHoc Revolution e AdHoc Revolution Web in modalità sorgente. Sai cosa significa? Significa che possiamo personalizzare le procedure in base alle esigenze dei clienti.

Software Contabilità: ADHOC REVOLUTION WEB Zucchetti

Entriamo più nel vivo del software di contabilità e paghe per raccontarti cosa puoi fare con AHR Web di Zucchetti.

AdHoc Revolution Web di Zucchetti è un software ERP, modulare e scalabile con il quale riduci tempi e costi di gestione.
Grazie a questo software di contabilità puoi gestire con un unico strumento, affidabile, performante e tecnologicamente avanzato, una serie di aree: amministrazione, contabilità, controllo di gestione, vendite, acquisti, logistica e produzione.

AdHoc Revolution Web si compone:

  • AREA AMMINISTRATIVA E FINANZA
  • AREA LOGISTICA, VENDITA, ACQUISTI
  • CRM PRE-VENDITA – POST-VENDITA – PORTALE
  • DMS (Document Management System)
  • COLLABORATION
  • AREA CONTROLLO DI GESTIONE

Lasciaci i tuoi dati e ti ricontatteremo!

7 + 1 = ?

È online il nuovo sito di Sabanet!

Il nostro nuovo sito web è finalmente online e rispecchia esattamente la nostra identità. Chi ha avuto modo di conoscerci sa che siamo quanto di più lontano ci sia dalle convenzioni.

www.sabanet.it – è un compendio di tecnologia e creatività e parla in maniera trasparente all’utente.

Con il rinnovamento del layout e del tono di voce, Sabanet compie un ulteriore passo avanti nel processo di digital evolution.
Il design e l’adozione di quelle che abbiamo battezzato «stampelle creative» (le frecce e le icone che guidano l’occhio dell’utente durante la navigazione) rendono la User Experience piacevole.

Il sito, oltre a mantenere e incrementare la ricchezza informativa che lo contraddistingue, si presenta con un design totalmente rinnovato per raccontare con una nuova cifra stilistica il mondo dell’IT, le attività, le sfide e i risultati raggiunti dall’azienda.

Il tone of voice

Il tono di voce del nuovo sito di Sabanet è informale, familiare, ironico.

Questo aspetto ci rende «diversi» e «riconoscibili» rispetto alla concorrenza, che utilizza nella maggior parte dei casi un TOV (tone of voice) formale e uniformato.

Abbiamo voluto esprimere qualunque concetto in modo semplice e chiaro, per consentire all’utente di capire immediatamente quello che Sabanet fa e il mercato in cui opera. Niente paroloni, niente espressioni incomprensibili o comprensibili solo dagli addetti ai lavori.

L’identità visual

nuovo sito

Abbiamo arricchito le sezioni informative con illustrazioni «tailor made», che rendono Sabanet un brand iconico e unico! Già, nel nostro team Comunicazione c’è persino un’illustratrice.

La strategia è quella di offrire allo User una parte interattiva. Abbiamo voluto immedesimarci nell’utente, anticipando i suoi pensieri e reazioni, così da poterlo indirizzare verso il giusto focus. Questo processo diverte chi naviga, lo rende quasi «protagonista» e parte attiva all’interno del sito.

La cura delle immagini e i dettagli delle grafiche sono tutti elementi che rendono la navigazione tra le pagine piacevole, oltre a rafforzare i concetti e le informazioni espressi.

La forte identità visual, che vede un uso ragionato dei colori a seconda delle categorie merceologiche e dei servizi, si riversa in tutta la strategia di comunicazione online e offline del brand.

Sono stati utilizzati colori più vivaci, invece, per quelle illustrazioni in cui non è il prodotto ad essere al centro ma la persona che quel prodotto lo usa.

In questo caso, l’aspetto umano diventa rilevante poiché lo scopo è quello di suggerire all’utente come si sentirebbe utilizzando un servizio o un prodotto Sabanet.

Le forme geometriche

Le illustrazioni diventano riconoscibili e di forte impatto, grazie all’inserimento delle forme geometriche, che diventano la firma dell’azienda. Le forme sono state sostituite ai blob perché, essendo forme chiuse, trasmettono maggiore sicurezza e stabilità.

Prodotti e servizi

Per le illustrazioni dei «prodotti – sevizi» sono stati utilizzati i toni del blu e del celeste, perché trasmettono senso di affidabilità.

I colori e i font

Sono colori legati da sempre all’azienda e trasmettono fiducia, pulizia lealtà.

Fissando a lungo il colore predominante si avverte una sensazione di quiete, soddisfazione ed armonia, mood che si vuole ottenere nella UX (User Experience).

I font utilizzati sono volutamente in contrasto tra loro: da un lato, «la parte istituzionale», legata alle informazioni, è rappresentata da un font San serif: deciso, pulito, forte e leggibile.

Dall’altro, abbiamo utilizzato un font scritto a mano, veloce, stravagante e leggero.

La Home Page

Nella home page è subito chiaro cosa fa e chi è Sabanet, così come è dichiarata la Vision e la Mission aziendale.

Il riferimento al network – che ha una pagina dedicata – è immediatamente evidente. Ciascuna azienda – a cui è associata un’illustrazione – è attentamente descritta per trasmettere all’utente un messaggio per noi significativo, che è anche il pay-off del network stesso: «Net-work For Solution».

Anche ai partner, nella home page, è riservato ampio spazio, non solo grazie alla presenza preponderante dei loghi, ma anche di una pagina dedicata.

Vita in Masseria

Oltre alle voci di menu già presenti sul precedente sito della sezione «CHI SIAMO», abbiamo aggiunto «VITA IN MASSERIA», in cui raccogliamo foto e momenti di vita trascorsi in masseria. La masseria rappresenta uno degli elementi più caratteristici del brand, perché esprime la sua identità pugliese.

Le carte

Per aggiungere una componente di «gaming» all’interno del sito abbiamo adottato l’idea dei tarocchi (presenti sia nella pagina «PARTNER», che nella pagina «COSA FACCIAMO»).

L’approccio è solo apparentemente ludico, ma risolve in modo serio e puntuale il bisogno dell’utente che è alla ricerca di una soluzione per il suo business.

Quando il mouse passa sulle carte, ciascuna ruota su se stessa. Ogni carta – che volutamente non possiede titoli – diventa uno stimolo potente, capace di mettere in moto processi creativi e ispirazionali.

Marketing Kit

La pagina Marketing Kit, racchiude tutta la documentazione relativa al brand, che può essere facilmente scaricata sia dal team del nostro network, che dai clienti o dai leads che atterrano sul sito e vogliono approfondire quello che il brand fa.

Ringraziamo Nicola Strumia per la realizzazione del sito e per la pazienza! 😁

Che ne pensi? Scrivicelo nei commenti!

 

NAVIGA IL NUOVO SITO DI SABANET

Internet of Things: l’evoluzione nell’IoB, Internet of Behavior

Internet of Things: l’evoluzione

Da quando nel 1995 la rete Internet è entrata a far parte delle nostre vite, l’IoT (Internet of Things) è stata la nostra guida nel mondo digitale. Basti pensare alle case automatizzate, alle macchine intelligenti, ai sensori dei telefoni e così via.

Ma in un contesto così dinamico, tecnologico e innovativo, è giusto parlare ancora di IoT?

La risposta è certamente affermativa, quello che muta è il punto di vista tanto che oggi non si parla tanto più di IoT ma di IoB: Internet of Behavior.

Internet of Things verso l’Internet of Behavior

Internet of Behavior, l’Internet del comportamento, svolge un ruolo molto più importante dell’Internet delle cose, in quanto lo studio del comportamento umano ci permette di conoscere meglio le persone e portarle a compiere determinate azioni.

Come avviene tutto questo? Grazie alle informazioni raccolte dagli IoT che gli utenti utilizzano, ai cookies e alle impostazioni che accettano. Questi dati vengono successivamente inseriti in processi analitici automatizzati, così da poterli studiare e creare strategie, grazie a potenti algoritmi innovativi previsionali anche in grado di anticipare le tendenze future soddisfacendo il bisogno prima ancora che questi si presentino, o addirittura innescandoli.

Internet of Things: cosa ti consentono di fare i dati?

L’analisi dei dati, che rientra nel concetto di Data Analytics, persegue soprattutto 3 obiettivi:

  1. visionare il percorso di acquisto dell’utente;
  2. tracciarne i passaggi;
  3. capirne le azioni svolte, affinché si possano avere tutte le preferenze e le informazioni sullo stile di vita del consumatore.

Quest’analisi è utile sia per poter migliorare il processo aziendale, che per attrarre l’utente facendogli compiere una determinata azione. L’IoB, invece, si focalizza più sulla psicologia comportamentale del consumatore, non si limita quindi all’acquisizione dei dati. In tal modo i dati sono analizzati e studiati ortogonalmente nell’ottica di garantire massima vicinanza e supporto al consumatore immerso nelle sue esperienze online.

Ovviamente, questo concetto può essere applicato esternamente, per analizzare e attrarre i consumatori, così come internamente per vedere quanto sono performanti i dipendenti. Tutto ciò porta a:

  • Costruire una completa user experience (UX)
  • Ottimizzare l’esperienza di ricerca (SXO – Search Experience Optimization)
  • Grandi opportunità nel commercializzare i prodotti e i servizi offerti sul mercato.

La IoB è una realtà che stiamo già vivendo, ma che sta prendendo una piega molto più rilevante. La prima volta ne parlò nel 2012 Gote Nyman, ex professore di psicologia, che credeva che gli aspetti comportamentali delle persone potessero portare ad analizzare le intenzioni delle stesse. Oggi, questo argomento è pane quotidiano per le aziende che tracciano le informazioni lasciate dagli utenti durante le loro navigazioni digitali.

Internet of Things

Internet of Things: cosa dobbiamo aspettarci?

Dall’immagine sopra possiamo notare come l’Internet of Things converta i dati in informazioni; l’Internet of Behavior, dal canto suo, riuscirà a trasformare la conoscenza in saggezza? Intanto Gartner Inc., leader mondiale nella ricerca e consulenza aziendale, ha affermato che entro il 2023 le attività del 40% della popolazione verranno utilizzate digitalmente per influenzare il nostro comportamento, mentre entro il 2025 la percentuale arriverà al 50%.

Iscriviti alla Newsletter 

Per rimanere aggiornato iscriviti alla Newsletter di Sabanet! >>> CLICCA QUI per iscriverti

Restiamo in contatto

Se questo articolo ti è piaciuto, continuiamo a restare in contatto anche su LinkedIn, Facebook, Instagram e YouTube

Whatsapp: 5 punti da considerare sulla sicurezza quando scambi documenti

Piattaforma di collaborazione aziendale: è preferibile a WhatsApp?

Diciamocelo chiaramente e senza troppi giri di parole: è capitato a tutti di scambiare documenti tramite WhatsApp. La motivazione più comune, quella che ci siamo raccontati, è: “WhatsApp è più semplice e veloce”.

C’è un tema, però, che semplice non è e stiamo parlando della sicurezza, argomento che merita certamente un’attenzione profonda. Già, perché con la sicurezza non si scherza, soprattutto se consideriamo il sondaggio di Federprivacy dal quale è emerso che, su un campione di 1000 professionisti e manager d’impresa italiani, la metà degli intervistati (52%) utilizza il proprio smartphone per fotografare documenti di lavoro riservati, scambiare informazioni, dati dei clienti.

Solo uno su quattro ha, inoltre, ammesso che ogni tanto sbaglia destinatario. L’aspetto che preoccupa maggiormente è che tra le informazioni scambiate rientrano password, dettagli di carte di credito, informazioni bancarie etc.

Insomma, ci sono fiumi di informazioni confidenziali che scorrono attraverso le app di micro chat. Continua a leggere