Caro 2019…

Caro 2019,

sta per scattare l’ora “X”, quell’ora in cui i pc e le luci dell’ufficio di via Alberto Sordi si spegneranno; quell’ora in cui ci lasceremo alle spalle la nostra porta verde e il vecchio anno per accogliere il nuovo.

Tra gli auguri, gli abbracci e l’entusiasmo (di rivederci dopo le feste), sarà inevitabile pensare a cosa ci aspetterà quando, a gennaio, rimetteremo piede nella nostra masseria.

Sarà inevitabile pensare all’evoluzione dei nostri bitiani, alla nostra città futuristica e ultra tecnologica, ai progetti che ci coinvolgeranno e ci vedranno indaffarati.

Sarà inevitabile pensare ai 365 giorni trascorsi in un soffio, a tutto quello che abbiamo fatto, alle energie spese, al tempo investito, agli scleri, alla commozione, alle vittorie, alle conquiste e anche alle sconfitte, che ci hanno uniti ancora di più.

Ne abbiamo fatte di cose insieme, caro 2019! Abbiamo lanciato uno dei nostri lavori più importanti – la piattaforma SABATRON -, abbiamo partecipato in modo del tutto indipendente per la prima volta alla Fiera Sicurezza confrontandoci con i titani del settore. Abbiamo inaugurato la sede di Milano e ampliato quella di Roma. Abbiamo reclutato nuovi supereroi, che oggi popolano il gruppo delle #SabaPeople (rigorosamente con l’hashtag).

Abbiamo persino realizzato un libro – il SABATRON BOOK – unendo la leggerezza e l’ironia che ci contraddistinguono alla professionalità e ai tecnicismi. D’altronde, chi l’ha detto che quando si parla di software, programmazione e consulenza non ci si possa prendere un po’ in giro!

Abbiamo tracciato una strada importante con l’Università, abbiamo iniziato a parlare ai giovani, a comunicare loro quanto sia gratificante lavorare divertendosi; e quanto valore aggiunto dia un gruppo affiatato all’interno di una realtà imprenditoriale. Tanto che, come abbiamo sempre affermato, vince la squadra, il network.

Vincono le persone che hanno un’idea (e più di una), vincono le persone che non hanno smarrito – con tutte le difficoltà che quotidianamente incontriamo – la capacità di sognare e quella lungimiranza necessaria per fare cose grandi (o grandi cose, se preferite).

Vince chi semina entusiasmo, chi crede nelle proprie capacità e decide di fare la differenza!

Ecco, caro 2019, noi continueremo a fare la differenza nel 2020.

Leave a comment