Sei un’azienda pugliese? Sfrutta il bando che finanzia lo Smart Working. Ti aiutiamo noi!

Abbiamo parlato in questi giorni delle opportunità dello Smart Working, attuali e future. Oggi, c’è per le imprese la possibilità di accedere a bandi con progetti idonei. Pertanto, se sei un’azienda pugliese troverai interessante il fatto che la Regione abbia stanziato un bando per finanziare lo Smart Working.

Il progetto deve, però, essere idoneo? Cosa significa? Significa che, per evitare di sprecare questa occasione e aderire al bando, hai bisogno di affidarti a qualcuno che ti guidi nella stesura del documento. Andiamo con ordine.

Dicevamo quindi che la regione Puglia ha emanato un bando volto a favorire l’adozione, da parte delle imprese, di modelli di organizzazione del lavoro improntati alla destandardizzazione degli orari, ad esempio attraverso strumenti come la flessibilità in entrata e in uscita, gli orari a menù, la banca delle ore, ecc., e/o delle modalità di lavoro, ad es.  telelavoro, smart working. 

COSA FINANZIA

L’Avviso finanzia la redazione e l’implementazione di un Piano di Innovazione Family Friendly nelle PMI volto al miglioramento della produttività aziendale e della conciliazione vita-lavoro.
Il Piano, della durata di 18 mesi, dovrà essere redatto sulla base dell’analisi dei fabbisogni di conciliazione vita-lavoro e di benessere organizzativo rilevati fra le lavoratrici e i lavoratori dell’impresa e potrà prevedere l’implementazione:

  • di misure di flessibilità oraria e/o organizzativa;
  • di attività propedeutiche all’introduzione delle misure di flessibilità  

Ogni proposta progettuale non potrà superare l’importo complessivo di € 100.000,00. 

Il contributo regionale, aiuto de minimis, finanzia fino all’80% della spesa per la redazione e l’implementazione del Piano di Innovazione Family friendly e fino al 100% della spesa per la formazione, propedeutica alla realizzazione del Piano.

CHI FINANZIA

Tutte le PMI (ovvero imprese che occupano meno di 250 ULA, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di EUR oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di EUR.) con sede legale e operativa in Puglia e che rispettino alcuni requisiti di ammissibilità.

PROCEDURE E CRITERI DI VALUTAZIONE

L’istruttoria delle candidature è effettuata con procedura “a sportello” secondo l’ordine cronologico di invio delle domande e fino alla concorrenza delle risorse disponibili.

COME TI AIUTIAMO?

Ti offriamo:

  • Servizi di consulenza per la redazione del Piano di comunicazione (Servizi Marketing interni)
  • Attrezzature (telefoni Wildix)
  • Software e soluzioni ICT escluse le modalità SaaS
  • Formazione

Contattaci per saperne di più o per una consulenza gratuita!

Post Correlati

Leave a comment