Medicina: la rivoluzione comincia dalle app

 

App per la salute? Il nuovo volto della medicina è tecnologico e intuitivo.

È in atto una rivoluzione del mondo della salute, grazie all’utilizzo massiccio di dispositivi mobili cambia il sistema di erogazione dei servizi sanitari. La “mHealth” diventa un punto importante anche per l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Le nuove app medicali, infatti, rappresentano un ausilio alla fase di cura, dei veri e propri dispositivi medici. Applicazioni che fungono da promemoria per l’assunzione dei farmaci, che aiutano nella gestione di patologie come il diabete, diari clinici gestiti in modo integrato con il medico curante. Sono applicazioni che monitorano, controllano o trasformano i dati che rappresentano parametri fisiologici del paziente. Nel taschino del camice del medico anche lo smartphone diventa strumento di lavoro e un punto di incontro con il paziente, ottimizzando gli interventi di cura.

Il network Sabanet presenta “Diabesity care”
Anche il network Sabanet procede nella direzione del “Mobile health”.
“Diabesity care” è un sistema di monitoraggio integrato per soggetti affetti da diabete. Consente agli utenti di curarsi da soli nell’ottica del “self care”. Attraverso dei sensori i pazienti sono monitorati direttamente nelle loro case e nell’eventualità di parametri non congrui il medico può intervenire anche a distanza. Ciò permette una continua attività di prevenzione, più autonomia per il paziente e si evita il ricorso all’ospedalizzazione. La comunicazione tra personale medico, paziente e caregiver (familiare, infermiere, ecc.) avviene proprio attraverso app.

Post Correlati

Leave a comment